Le incisioni rupestri di Ceto - Cimbergo - Paspardo. Località Campanine

Ogni anno gli scavi in questi luoghi portano alla luce centinaia di nuove incisioni rupestri, poste in ripari calcarei naturali nei campi sotto il paese, soprattutto in località Campanine. Vi sono rappresentazioni di cervidi e del sole, risalenti probabilmente al 2500 a.C., e migliaia di altri graffiti del I millennio a.C., con castelli, alabarde, impiccati, armati e numerose croci per esorcizzare antichi segni pagani.
Dal 1983 le incisioni sono iscritte nella Riserva Regionale delle Incisioni Rupestri cui fa capo il Consorzio dei Comuni di Ceto-Cimbergo-Paspardo.

Vedi articolo pubblicato su ITINERA